Casa

Rallentare le concimazioni

In questo periodo le concimazoni devono essere ridotte, in quanto il ritmo di crescita delle piante è rallentato dalla scarsità di luce.

 

Curare le orchidee

Le orchidee devono vivere in un ambiente ad alto tasso di umidità (oltre il 60%). Poiche questa scarseggia durante questo periodo, a causa del riscaldamento, è consigliabile dotarsi di umidificatori da porre sui termosifoni ed umidificare le piante spruzzandole regolarmente con acqua.

 

Le piante d’appartamento

Generalmente, in questo periodo, le piante sono posizionate in luoghi molto caldi (ad esempio sul davanzale o a contatto con radiatori). Cio puo’ favorire lo sviluppo di parassiti quali cocciniglie, che danneggiano le piante stesse mediante emissione di sostanze tossiche. Sapremo indicarvi i migliori prodotti per combattere queste infestazioni, nel caso in cui si presentino.

Terrazzi e Balconi

I rischi dell’umidità

E’ imperativo evitare che il terriccio rimanga troppo bagnato a seguito di irrigazioni e/o pioggia, in quanto questo potrebbe determinare la marcescenza della radici con conseguente deterioramento della pianta. Coprire il terriccio con paglia e/o tessuto permeabile può favorire il defluvio dell’acqua e la protezione dalla pioggia può essere ottenuta riponendo la pianta in luoghi al riparo dalla stessa.

 

Attenzione al clima

E’ necessario areare l’ambiente regolarmente (almeno un paio di volte a settimana) al fine di ridurre l’umidità e prevenire infestazioni causate da funghi. E’ altresi necessario evitare che le piante siano sottoposte ad un clima troppo rigido, facendo particolare attenzione alle correnti d’aria, che potrebbero facilmente danneggiarle. Le radici devono essere, in particolare, protette dal congelamento mediante applicazione di elementi quali paglia (da applicare tra il vaso ed il terriccio) ed uno strato di iuta. Vi indicheremo inoltre i migliori prodotti da utilizzare per proteggere dal gelo le parti aeree della pianta, particolarmente delicate in questa stagione.

Giardini e Orti

Gli alberi da frutto e la potatura

Si consiglia di effettuare le potature fino a fine inverno, sospendendole poi fino ai primi mesi di primavera, al fine di garantire che le piante possano sopravvivere al clima invernale.

Effettuare le potature è fondamentale, in quanto consente alla pianta di ottenere il necessario apporto di luce e, inoltre, previene il rischio di infezioni causati da funghi. Una importante eccezione è costituita dalle drupacee (quali prugni e ciliegi), da potare nel periodo estivo a seguito del raccolto dei frutti.

 

La rimozione delle foglie e il compostaggio

E’ buona norma, per piante nello stagno, sul prato e sempreverdi, provvedere a rimuovere con regolarità le foglie secche cadute. Esse possono essere utilizzate per ottenere humus mediante compostaggio: si osservi tuttavia che alcune foglie hanno tempi di compostaggio molto lunghi e dovranno, quindi, essere trattate adeguatamente. Potremo consigliarvi sui metodi migliori per la formazione di compost.

 

Le rose d’inverno

I punti d’innesto delle rose sono particolarmente sensibili al rigido clima invernale ed è quindi necessario che il punto d’innesto sia sufficientemente in profondità nel terreno (almeno 5 cm). E’ inoltre consigliabile utilizzare appositi prodotti, che vi indicheremo, per coprire la base delle rose ed evitare danni causati dal gelo, preparando, inoltre, il terreno alla ripresa vegetativa in primavera.

 

Le attrezzature, i mobili ed i vasi: alcuni consigli

E’ possibile evitare danni a mobili ed attrezzature riponendoli al riparo dal clima freddo ed umido, lontano dalle eventuali piogge. E’ inoltre buona norma controllare i tubi degli impianti idrici, al fine di evitare che residui di acqua possano gelare al loro interno, rovinandoli. Inoltre, i vasi di terracotta devono essere rimossi: poichè essi trattengono piu acqua degli altri, eventuali gelate potrebbero determinarne la rottura.

 

Gli ortaggi di novembre

Rafano, cavoli, cavolfiori, zucche, radicchio…